Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Unione dei Comuni, Masia riconfermato Presidente

lo affiancheranno nel Cda i sindaci di Torralba, Borutta, Bessude e Cossoine

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA
Salvatore Masia (foto Facebook)

A seguito della tornata elettorale che ha parzialmente modificato l'assetto delle amministrazioni comunali del Meilogu, lunedì 22 si è riunita l'assemblea dei sindaci dell'Unione per rinnovare gli organi di governo dell'ente sovracomunale attraverso l'elezione del Presidente e del Cda.

Sul primo punto si è vista la riconferma di Salvatore Masia, già presidente nei quattro anni appena trascorsi.

A favore della rielezione del sindaco di Cheremule Gianmario Senes. Il primo cittadino di Bonorva, chiedendo continuità, ha ricordato a tutti le importanti sfide che attendono il Meilogu: dalla programmazione dei fondi europei fino all'avvio dei servizi di polizia locale, della raccolta differenziata e della protezione civile ormai in via di definizione.

Dello stesso avviso Gianfranco Soletta di Thiesi: «il lavoro svolto è stato importante e proficuo, bisogna perciò continuare affidandosi a chi queste azioni le ha fatte nascere e meglio di chiunque altro potrebbe portarle avanti con successo». Rimarcando di non essere interessato a ricoprire ruoli all'interno dell'Unione, Soletta si è collegato a Senes citando le sfide che aspettando i sindaci e le battaglie come quelle per il territorio e, soprattutto, per l'Ospedale di Thiesi. «Se cambiamento deve esserci – ha concluso Soletta – che avvenga per il Cda facendo in modo che Masia venga affiancato dai sindaci dei Comuni precedentemente non rappresentati».

Dello stesso tenore gli interventi di Mario Sassu (Siligo) e Mario Soro (Pozzomaggiore).

Il cambiamento totale è stato invece proposto da Maria Antonietta Uras, neoeletta sindaco di Giave. Ricordando la sua lunga esperienza politica e il suo impegno a favore del territorio, soprattutto per il mondo agricolo, ha presentato la propria candidatura.

In fase di scrutinio sono emersi 12 voti a favore di Masia su 13 (il presidente riconfermato ha votato scheda bianca per prassi).

Sulla composizione del Cda i sindaci di Bonorva, Thiesi, Semestene, Pozzomaggiore e Siligo, così come in precedenza aveva fatto il sindaco di Banari Giampiero Cordedda, hanno dichiarato di non essere interessati a ricoprire ruoli di rilievo all'interno dell'organo esecutivo. La disponibilità è stata invece manifestata da Roberto Marras (Bessude), Giovanni Uras e Maria Antonietta Uras. Sostegno a Silvano Arru, «dimostratosi efficace e capace», da parte di Tonino Marras di Bonnanaro.

Una prima votazione ha prodotto il seguente risultato: 13 voti per Giovanni Uras, 12 per Silvano Arru, 11 per Roberto Marras e 8 per Sabrina Sassu (Cossoine) e Maria Antonietta Uras. Una nuova votazione ha risolto quest'ultima parità con 8 voti per Sassu e 4 per Uras. Il Cda che affiancherà Masia sarà quindi composto dai primi cittadini di Torralba, Borutta, Bessude e Cossoine.

Masia, congratulandosi con tutti, ha ricordato che il Cda non è una carica onorifica e che ci sarà tanto da lavorare tanto: «Coinvolgerò l'assemblea – ha concluso – anche in quelle materie che sarebbero di esclusiva competenza del Cda».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK