Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Semestene sabato 27 la cerimonia d’inaugurazione dei portali e della statua di San Nicola di Trullas

| di Antonio Caria
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Semestene. Correva l’anno 1967. Dopo un periodo di abbandono e alcuni crolli, veniva autorizzata la demolizione della Chiesa di Santa Croce.

Come riportato nel libro scritto da Giovanni Deriu e Salvatore Chessa “La Chiesa di Santa Croce di Semestene”, lo smantellamento avvenne in due fasi: la parte superiore tra il 16 e il 27 gennaio mentre il rimanente nel mese di agosto dello stesso anno. Dell’edificio rimasero i due portali che, il giorno 8 maggio 1968, furono presi “A titolo di deposito” dalla Soprintendenza ai Monumenti di Sassari e furono sistemati nel giardino di via Monte Grappa.

Un esilio lungo 49 anni. Il desiderio di rivedere quei due gioielli artistici nel luogo dov’erano anticamente collocati è sempre stato vivo nella comunità semestenese. Alcuni di loro sono nati all’ombra di quella Chiesa.

Un sogno diventato realtà nell’anno del Signore 2017 e, precisamente, il 15 febbraio quando il soprintendente, dopo circa 4 anni di trattative, ha dato il via libera definitivo al rientro a Semestene. Un intenso lavoro portato avanti dall’amministrazione comunale guidata da Stefano Sotgiu, in particolare dell’ufficio tecnico, e della soprintendenza, che hanno curato nei minimi particolari questo ritorno a casa.

Siamo agli inizi del 2000. “Santu Nigola Etzu” viene portato a Sassari per un intervento di restauro e, subito dopo, collocato non più nella sede originaria ma precisamente nella pinacoteca Musa.

Anche in questo caso è stato premiato lo sforzo degli amministratori «per il recupero di opere e luoghi d'arte appartenenti alla comunità e significativi per la sua memoria storica», si legge nella motivazione del soprintendente Francesco di Gennaro, nell’atto con cui autorizzava la restituzione alla Curia (proprietaria della statua lignea) e, di conseguenza, la sua ricollocazione nella Chiesa parrocchiale di san Giorgio.

La cerimonia d’inaugurazione si svolgerà sabato 27 maggio alle 10.30. Prevista la celebrazione solenne (Chiesa di San Giorgio) da parte di Sua Eminenza Mauro Maria Morfino (vescovo della diocesi di Alghero-Bosa), seguita da una visita all’area di Santa Croce e dalla spiegazione degli interventi eseguiti e di quelli ancora in cantiere.

 

 

Antonio Caria

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK