Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ad Anna Cristina Serra e Antonio Brundu l’undicesima edizione del premio di poesia “Giorgio Pinna” di Pozzomaggiore

| di Antonio Caria
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Pozzomaggiore. Sono stati assegnati i premi dell’undicesima edizione del premio biennale di poesia sarda dedicato a “Giorgio Pinna. La sezione A (poesia in rima) è andata all’opera “In-d-un’affranzu ‘e mama” di Antonio Brundu di Sedilo. Al secondo posto “Su chi disizo” di Giangavino Vasco di Bortigali mentre il terzo, ex aequo, ad “Atrivìdas” di Andrea Meleddu di Sorgono e “Tu se lu me tulmentu” di Domenico Mela di Castelsardo. A “Cuddas Nues”  di Angelo Maria Ardu  di Flussio e “Beni cun megus” di Salvatore Ladu di Mamoiada le menzioni d’onore.

“Oi  sa genti mia” di Anna Cristina Serra di Cagliari si è aggiudicata la sezione B (poesia in versi sciolti). Il secondo è andato, invece, a “Stesi la spera” di Gigi Angeli di Pelau. Il terzo, ex aequo, a Eliano Cau di Sorgono con “Cando in su logu meu” e  “S’è fatta sera”  di Antonello Bazzu di Sassari. “Su dillu ‘e sa paghe” di Tetta Becciu di Ozieri, “Fide e dilliriu” di Gonario Carta Brocca di Dorgali e “Sintiti d’alti di – Turreti!” di Giuseppina Schirru di Sassari si sono aggiudicate le menzioni d’onore.

Anna Maria Careddu di Sassari  con “Stasera no!” ha vinto il premio per la poesia d’amore. La giuria, composta da Paolo Pillonca (presidente), Gianni Piu, Tonino Oppes, Franca Deriu, Lucia Cossu, Antonio Maria Pinna e Gabriella Masia (segretaria) ha deciso di assegnare la sezione speciale intitolata all’ingegner Tinuccio Manca a “Pro Amatrice e Aintunnu Arribada sa fine” di Giuseppe Delogu di Santa Maria a Monte (Pisa).

Prenderà la via di Fonni il premio cultura 2017. L’ambita onorificenza è stata, infatti,  assegnata ad Andrea Nonne con la seguente motivazione (la pubblichiamo in sardo così come fornitaci dagli organizzatori NDA): «In bidda sua naran chi Andria Nonne est nàschidu cun su costùmene sardu. Lu naran pro fagher a cumprèndere in pagos faeddos sa passione pro sa terra e sas tradissiones nostras. At comintzadu a pitzinneddu de chimb'annos cun su ballu e at sighidu finas a oe cun su tenore. De tenores nd'at fundadu tres: Vrammentu, Gennargentu e Su Cuncordu de 'Onne. At fatu cuntzertos in Sardigna, Itàlia e Europa (Ispagna, Danimarca , Jsvìtzera, Galles, Isvétzia). Comente solista tres annos como at tentu su meritu de salvare in cd sos ballos fonnesos a boghe sola, in arriscu de isméntigu. Pro unu chi non tenet mancu 40 annos est unu sinnu de calidade primarza».

La cerimonia di premiazione avrà luogo domenica 3 settembre alle 17.30, presso il Nuovo Teatro Santa Croce. La manifestazione, presentata da Lucia Cossu, vedrà la partecipazione de “ Su Cuncordu de Onne”.

 

 

Antonio Caria

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK