Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Cossoine contro le scorie radioattive in Sardegna

| di Antonio Caria
| Categoria: Attualità
STAMPA

Cossoine. Anche l’Amministrazione comunale guidata da Sabrina Sassu ha deciso di dire no all’eventualità dello stoccaggio delle scorie nucleari in Sardegna e lo ha fatto nella seduta del Consiglio comunale dell’8 settembre, in cui è stata espressa la totale contrarietà al programma nazionale per la gestione del combustibile e dei rifiuti radioattivi, nella parte che concerne l’individuazione del sito.

Una decisione presa all’unanimità dai Consiglieri e dalla prima cittadina che chiedono, anche, di escludere «la Regione Sardegna dalle ipotesi dei siti per il deposito unico nazionale di scorie radioattive anche per l’insostenibile e oneroso carico  di servitù statali, dalle basi militari alla petrolchimica, dall’essere la regione più gravata da aree inquinate da attività industriali alla nefasta distrazione dello Stato in tema di energia e trasporti». In primo luogo è stata rimarcata la tutela dell’ambiente e la salvaguardia del turismo.

Questa tematica sta creando forte dibattito e preoccupazione non solo nell’ambiente politico sardo ma anche tra i cittadini. Nelle scorse settimane il Comune di Thiesi e il sindaco Gianfranco Soletta aveva deciso per la denuclearizzazione del territorio comunale. Sei anni fa, precisamente il 16 e il 17 maggio del 2011, il 97,13 per cento dei votanti aveva espresso la sua contrarietà alla realizzazione del deposito delle scorie.

Antonio Caria

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK