Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Passeggino: quale è meglio scegliere e come mantenerlo efficiente nel tempo

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

L'arrivo di un bambino in famiglia è sempre un momento di gioia e di felicità. Tuttavia, spesso i genitori non riescono a goderselo a pieno, poiché devono fare i conti con numerose decisioni da prendere, soprattutto relative agli accessori indispensabili per garantire al nascituro tutto il necessario per crescere al meglio e per affrontare in maniera serena i primi mesi di vita.

Un apparecchio fondamentale è, sicuramente, il passeggino, che permette di trasportare il piccolo in totale sicurezza e senza stress. Di fatto, gli elementi da prendere in considerazione al momento dell'acquisto sono davvero tanti, anche perché si tratta di un investimento importante, che deve durare almeno 3 anni. La cosa migliore da fare è cercare il giusto compromesso tra comfort e qualità e non farsi prendere dall'agitazione.

Certamente, le tipologie e le marche tra cui scegliere sono molte, ma basta solo fare un po' di chiarezza al riguardo, visitando i vari siti specializzati disponibili online. Io, quando ero in attesa del mio primo figlio, avevo sentito parlare dei passeggini Inglesina, ma non sapevo cosa aspettarmi. Dopo un'attenta ricerca ho capito che erano proprio quello che stavo cercando.

La scelta del modello

Di fatto, il primo punto su cui bisogna focalizzarsi è la tipologia, così da attuare una prima importante scrematura. Infatti, le possibilità sono abbastanza numerose:

  • passeggini duo, che, solitamente, hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo e sono indicati per accompagnare il bambino nelle prime fasi della vita;
  • passeggini trio, che sono estremamente versatili e funzionali. Tale acquisto dura negli anni, in quanto è sufficiente cambiare il supporto, in base alle esigenze del piccolo. Bisogna dire, però che sono prodotti abbastanza costosi ed ingombranti;
  • passeggini leggeri, che sono i più pratici in circolazione, in quanto sono facili da riporre in auto e permettono di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici con tranquillità. Non vanno bene, però, per i neonati e per i terreni sconnessi;
  • passeggini a 3 ruote, che sono pensati per garantire elevata stabilità ed eccellenti performance su qualunque tipo di superficie, anche in presenza di ghiaccio o di sassi. Tuttavia, sono ingombranti e abbastanza pesanti.
  • passeggini a 4 ruote, che sono molto confortevoli e permettono al bambino di dormire a lungo. Hanno, però, una mobilità ridotta e non consentono di salire i gradini;
  • passeggini gemellari, che sono una scelta obbligata in caso di gemelli o di figli piccoli ravvicinati. Sono piuttosto voluminosi e poco maneggevoli, ma molto pratici;
  • carrozzine, che sono particolarmente utili nei primi mesi di vita del bambino, in quanto creano un ambiente perfetto per garantirne il massimo benessere. Tuttavia, sono costosi e dopo un po' devono essere sostituiti.

La manutenzione del passeggino

Una volta individuato il modello più adatto, è bene stabilire un budget di spesa, e considerare alcuni aspetti fondamentali, ovvero il peso e la portata, la struttura, i materiali di fabbricazione, la sicurezza, la mobilità, gli accessori e la struttura. Ma una volta effettuato l'acquisto perfetto, come è possibile allungare la vita del passeggino? Sicuramente, è importante la pulizia settimanale del telaio, che deve essere risciacquato dal sale sparso in strada e dall'eventuale sabbia marina ed i giunti devono essere lubrificati con  olio per auto o vaselina.

Per quanto riguarda i tessuti sfoderabili possono essere messi in lavatrice e lavati a 30°. Tuttavia, non devono essere scelti detergenti tossici o pericolosi per la salute del bambino. Le parti non removibili possono essere pulite con una spugna morbida ed un detergente delicato e, in caso di macchie, vanno bene anche le salviette umidificate. Le ruote, invece, possono essere spruzzate con turbo da giardino, per eliminare lo sporco e per evitare la formazione di ruggine, si possono acquistare spray al silicone appositi.

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK