Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Armadi per fitosanati: tutto quello che bisogna sapere per conservarli al meglio!

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

I prodotti fitosanitari rientrano nelle sostanze pericolose ed altamente contaminanti, e per questo motivo viene regolamentata in maniera precisa la loro conservazione attraverso una serie di normative. Secondo le modalità che consentono di eliminare i fattori di rischio che sono legati a versamenti accidentali o ad accessi non autorizzati ai prodotti, è importante acquistare armadi appositi che siano conformi alle normative vigenti.

Le norme di sicurezza da rispettare

Le normative in essere prevedono una regolamentazione specifica per tutelare la salute delle persone e la sicurezza degli ambienti di lavoro, e dell’ambiente. Il loro utilizzo è consentito a personale abilitato alla movimentazione, che deve conoscere nel dettaglio le procedure per la conservazione e lo stoccaggio, ed evitare contaminazioni e rischi di qualsiasi genere.

Gli armadi per fitosanitari sono, come tutti gli armadi di sicurezza, specifici per alloggiare sostanze nocive e studiati per garantire la tutela collettiva e individuale connessi ad un’errata conservazione.

Come conservare i fitosanitari

La pericolosità delle sostanze impiegate rende necessario il conseguimento di un apposito patentino che garantisce competenze necessarie per utilizzarli in piena sicurezza. Per la conservazione è necessario disporre di un locale il cui accesso è consentito ai soli autorizzati e in possesso delle chiavi. I locali dovranno essere ben aerati con soffitti alti e pareti trattate con pittura idrorepellente. I pavimenti dovranno essere integri e impermeabili. Per le piccole quantità è possibile conservare i prodotti direttamente negli armadi appositi senza necessità di locali esclusivi.

Quali caratteristiche devono avere gli armadi per fitosanitari?

Gli armadi dovranno avere una struttura robusta, e devono essere provvisti di serrature per poter essere chiusi a chiave, ma soprattutto prevedere selle feritoie per consentire una corretta circolazione dell’aria. Che siano in lamiera d’acciaio o zincoplastificata, la loro struttura e il contenimento delle sostanze nocive sarà assicurata.

Modelli per le differenti esigenze

A seconda della tipologia di prodotti e delle differenti esigenze si potrà scegliere tra molti modelli di armadi per fitosanitari con ripiani regolabili asolati e zincati oppure con vasche di contenimento zincate e a tenuta stagna.

La tenuta stagna garantisce la massima sicurezza ed evita il pericolo di infiltrazione delle sostanze contaminanti. Il fatto che le vasche siano regolabili, inoltre, facilita notevolmente le operazioni di pulizia, garantendo una veloce risoluzione dei rischi. Molti dei modelli disponibili sono muniti di segnaletica di sicurezza frontale, particolarmente indicata nel caso gli agenti contaminanti non siano stoccati in un luogo esclusivo. Ogni modello è munito di feritoie laterali o frontali, oppure di sistemi di aerazionenaturale a griglia che garantiscono un adeguato ricambio dell’aria. Tutti gli armadi per fitosanitari sono, inoltre, dotati di apposita serratura per consentire la conservazione in piena sicurezza. Sono disponibili sia armadi per fitosanitari con serratura cilindrica con doppia chiave numerata che quelli con chiusura ad asta con maniglia e serratura a chiave.

Qualunque necessità abbiate, sarà opportuno sceglierearmadi per fitosanitariche garantiscano sicurezza e qualità. La conformità alle normative vigenti e la scelta di materiali solidi e resistenti, consentono la conservazione di qualsiasi sostanza nociva senza correre alcun rischio per la salute e per l’ambiente.

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK