Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Lavatrici con carica dall'alto, quali sono i modelli migliori?

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La velocità della centrifuga, la capacità di carico, il livello di silenziosità, il numero di programmi di lavaggio, i consumi e, ovviamente, il rapporto qualità prezzo: sono queste le caratteristiche che è necessario prendere in considerazione quando si ha in mente di comprare una lavatrice con la carica dall'alto. Ma quali sono i modelli migliori attualmente in commercio?

Whirlpool TDLR 70212

Questo modello con carica dall'alto e sportello ad apertura rallentata rappresenta una delle lavatrici whirlpool più performanti tra quelle in commercio. Degno di nota è il suo sistema Drum Up, in virtù del quale il cestello viene orientato in modo automatico al termine del programma, così che lo scarico del bucato possa essere agevolato. A caratterizzare questa lavatrice è un design elegante, mentre la tecnologia Sesto Senso propone sensori intelligenti grazie a cui i consumi vengono ottimizzati in base a quanto il bucato è sporco. Alta 90 centimetri e larga 40, questa lavatrice permette di risparmiare fino al 50 per cento rispetto a quelle classiche, e in più presenta la funzione FreshCare+, grazie a cui il bucato può essere lasciato nel cestello anche per diverse ore. 

Candy Smart CST 372L-S

Nel novero delle lavatrici con carica dall'alto più interessanti c'è anche questo elettrodomestico di Candy, che vanta una capacità di carico di 7 chili e una centrifuga in grado di arrivare a un picco di velocità di 1.200 giri al minuto. Inserita in classe di efficienza energetica A+++, questa lavatrice mette a disposizione in totale 15 programmi, con una modalità specifica per i capi delicati, una per i jeans, una per i capi in lana, una per i capi sintetici e una per i vestiti dei neonati. Volendo si può cambiare la temperatura dell'acqua a mano per ciascun ciclo di lavaggio, e non è da sottovalutare l'opportunità di impostare un avvio ritardato.

Indesit BTW A61052

Infine, in questa rassegna non può mancare un prodotto Indesit, con 6 chili di capacità di carico e piedini regolabili che ne rendono l'installazione più semplice. Si tratta di un modello che è stato concepito per inserirsi senza problemi anche in ambienti piccoli e un livello di rumorosità che, in fase di lavaggio, non supera i 60 decibel. La classe di efficienza energetica è A++, mentre tra i programmi merita di essere menzionato Turn & Wash, dedicato ai vestiti poco sporchi. Utile anche la funzione Energy Saver, concepita per gli indumenti non molto macchiati.

Come scegliere la lavatrice

Di certo una delle peculiarità su cui ci si deve basare per la scelta della lavatrice è l'ottimizzazione degli ingombri, già garantita dall'assenza dell'oblò frontale, visto che lo sportello di carico è posizionato in alto. Per quel che riguarda la capacità di carico, in genere esso oscilla tra i 5 e gli 8 chili: ciò vuol dire che non si può sfruttare una lavatrice con carica dall'alto per lavare un piumone, mentre tutte le altre esigenze quotidiane possono essere soddisfatte senza problemi. Prima di procedere a un acquisto, per altro, è necessario valutare con cura i propri bisogni, specialmente se in casa ci sono degli animali domestici o dei bambini che potrebbero rendere necessario il ricorso a programmi speciali. Oltre ai cicli minori, dunque, potrebbero servire dei cicli antiallergici, o magari concepiti per capi particolari, come per esempio i jeans.

Le funzioni extra 

Nel novero delle funzioni extra che possono tornare utili usando una lavatrice c'è di sicuro la partenza ritardata, che consente di far entrare in azione l'elettrodomestico anche se non si è presenti in casa. La funzione antipiega, invece, è preziosa per favorire la stiratura, mentre il riconoscimento del carico automatico riduce i consumi di acqua e di energia. Infine, vale la pena di considerare la velocità di centrifuga, che non dovrebbe scendere al di sotto dei 1.500 giri al minuto. In pratica, maggiore è il valore della velocità e maggiore è la quantità di acqua che viene estratta dagli indumenti. Insomma, quando la velocità di centrifuga è modesta, i capi restano bagnati e con un valore di umidità eccessivo. 

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK