Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Progettare la cucina vuol dire ottimizzare ogni spazio

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Progettare una cucina vuol dire immaginarla e realizzarla in funzione delle numerose attività che dovranno essere svolte all’interno di essa.Funzionalità e praticità rappresentano le parole d’ordine, ogni angolo deve essere sfruttato ed essenzialmente resocomodo. Tuttavia, una cucina può dirsi perfetta solo quando stile ed efficienza diventano un connubio perfetto.È quindi importante ricorrere a materiali, come ad esempio il marmo, capaci di rendere la cucina raffinata oltreché di facile gestione.Le cucine in marmo rispondono prontamente alle giustificate esigenze di durevolezza e resistenza.Uno spazio come questo, continuamente sottoposto all’utilizzo,deve essere composto da materiali di prima qualità e realizzati nel rispetto di elevati standard di sicurezza.      
La cucina diventa armoniosa e accogliente se dotata di tutti i confort necessari per sveltire e semplificare le quotidiane attività. Che si ami passare del tempo in cucina o che, al contrario, si detesti farlo, trattandosidi un luogo fondamentale dell’abitazione,questa dovrà essere personalizzata con razionalità e, perché no, con un tocco di stile ed eleganza.

Cucina in marmo, praticità ed eleganza all’ordine del giorno.


Le cucine in marmo, grazie alle caratteristiche del materiale che le compone, risultano, innanzitutto, facilmente igienizzabili. La particolare resistenza agli aloni e alle macchie, oltre che ai graffi e agli urti le rendono quasi indistruttibili.

Tuttavia, adottare le dovute accortezze preserva le superfici da eventuali deterioramenti.

Le cucine in marmo, sebbene resistenti, possono essere intaccate da sostanze acide capaci di corrodere la finitura.

Niente paura, però, sarà sufficiente rimuovere quanto prima i residui incriminati.

La resistenza alle alte temperature rende il marmo perfetto per rivestire la cucina. Certamente, ricorrere ad utensili che impediscano il contatto diretto con le fonti di calore è sempre preferibile. Le cucine in marmo devono sempre essere accompagnate da un piano lavoro che si rispetti, su cui poter preparare comodamente i cibi che andranno consumati.  È quindi necessario che il piano lavoro possegga adeguate certificazioni e sia pertanto idoneo al contatto con gli alimenti. Anche la scelta della superficie del top cucina dovrà rispecchiare la qualità dell’intero ambiente domestico, in un’ottica di intelligente progettazione.        

Accessori e componenti di arredo per la cucina in marmo: come accostare diversi materiali armonizzando l’ambiente.

Quali sono i materiali che meglio si abbiano ad una cucina in marmo?

Il marmo è un materiale che non teme abbinamenti, capace di impreziosire anche i componenti di arredo ad esso accostati.

Le cucine in marmo bianco si sposano perfettamente con l’alluminio, mentre cucine in marmo con finiture anticate si accostano con grande naturalezza ad inserti in legno che fanno da contrasto o piani cottura in fragranite.

Scegliere la giusta tonalità di marmo per comporre la cucina è essenziale, soprattutto quando si intende giocare con la percezione dello spazio che si ha a disposizione.

Ovviamente, applicare una colorazione di marmo molto scura accompagnata da componenti poco luminosi, magari opacizzati, non contribuirà a rendere l’ambiente più spazioso.

Al contrario, cucine in marmo dalle tonalità chiare, con accessori color pastello, illumineranno l’intero spazio che apparirà sicuramente più ampio.

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK