Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Inps, via alle domande per l'assegno di natalità

| di Gianfranca Orunesu
| Categoria: Attualità
STAMPA
Fonte immagine: Ansa

Via alle domande per l'assegno di natalità, il cosiddetto “bonus bebè” per ogni figlio nato, in affidamento preadottivo o adottato tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017.
Con circolare n. 93 dell'8 maggio, l’Inps ha recepito le disposizioni normative e fornito le istruzioni per poter beneficiare della prestazione.

Requisiti ISEE e importo del bonus

I nuclei familiari con reddito Isee fino a 25mila euro potranno usufruire - fino ai tre anni di vita del bambino oppure fino ai tre anni dall’ingresso del figlio adottivo nel nucleo familiare - di un bonus pari a 960euro annui (80 euro al mese). Importo raddoppiato per le famiglie in possesso di Isee non superiore ai 7000 euro annui, che potranno beneficiare di un assegno mensile pari a 160 euro (1920 euro all'anno).

Chi deve presentare richiesta?

La domanda può essere presentata da uno dei genitori (cittadini italiani, comunitari o di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo); il richiedente deve essere residente in Italia e convivente con il figlio per il quale si richiede l’assegno.

Modalità di presentazione

La richiesta deve essere inviata all'INPS per via telematica (entro 90 giorni dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia a seguito di affidamento preadottivo o adozione; oltre i 90 giorni, l’assegno sarà erogato dal mese di presentazione della domanda) secondo una delle seguenti modalità:
- Servizi telematici del portale Inps accessibili tramite PIN personale, attraverso questo link (Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito -> Assegno di natalità – Bonus bebè)
- Patronati
- Call Center: numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o 06 164.164 (da rete mobile, tariffazione a carico del chiamante)

In via transitoria, per i bimbi nati o adottati tra il 1° gennaio 2015 e il 27 aprile 2015 (data di entrata in vigore del D.P.C.M. del 27 febbraio 2015) il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 27 aprile 2015. Di conseguenza, limitatamente a questi casi, il termine di 90 giorni utile per richiedere tempestivamente il bonus coincide con il 27 luglio 2015 (oltre tale data, l’assegno sarà erogato dal mese di presentazione della domanda).

L'Inps precisa inoltre che per chiedere l'assegno di natalità è necessario  presentare preliminarmente una Dichiarazione Sostitutiva Unica (aggiornata al momento della richiesta) in cui sia presente il figlio nato, in affido preadottivo o adottato. In base alla vigente normativa ISEE, il termine di validità di ogni DSU scade il 15 gennaio dell’anno successivo a quello della sua presentazione. È quindi necessario  presentare una nuova DSU ogni anno, pena la sospensione dell'assegno.

Gianfranca Orunesu

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK