Rimani sempre aggiornato sulle notizie di meilogunotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Parte Èntula, festival letterario policentrico e a lunga scadenza.

Appuntamenti anche a Cheremule, Mara e Pozzomaggiore.

| di Mauro Piredda
| Categoria: Arte
STAMPA

Inizia sabato 7 settembre la prima edizione di Éntula, un festival letterario policentrico e a lunga scadenza che attraverserà l'isola per tutto il mese e nei successivi di ottobre e novembre. Èntula nasce da un'idea di Lìberos, la comunità reticolare di lettori sardi fondata da Aldo Addis, Giannina Canu, Francesca Casula, Pier Franco Fadda, Michela Murgia, Daniele Pinna e Sarah Poddighe. Ma non solo lettori individuali. «Non ci aspettavamo, ed è stata una felice sorpresa, che tanti piccoli comuni della Sardegna, spesso tagliati fuori dai circuiti proprio perché piccoli e periferici, ci cercassero per dirci “Anche noi siamo Lìberos”. Dalla semplice adesione, che significa riconoscersi nel Codice etico dell’Associazione, alla partecipazione attiva alle iniziative il passo è stato breve». Da qui il festival con al suo interno diversi generi (dal fantasy al reportage), diverse tipologie di autori (dall'esordiente agli autori di best seller), diverse culture (dalla Sardegna all’Argentina e poi di nuovo in Sardegna).

E il festival, che parte da Bauladu, soffierà anche nel Meilogu.

Martedì 10 settembre a Cheremule presso il Pozzo dei Petroglifi i lettori incontreranno Valentina Roggeri, l'autrice de Il cuore selvatico del ginepro (edito da Garzanti). Cagliaritana che ama definisrsi “sarda nuragica” ha nutrito la passione per la scrittura  fin da quando la nonna le raccontava favole e leggende sarde intrecciate alle proprie memorie d’infanzia.

Sabato 14 settembre sarà la volta di Terry Brooks a Mara (alle 18 in località “Bonu Ighinu”). Provenienza Illinois, classe 1944, è oggi il più celebre e amato autore di fantasy. Il suo esordio nel 1977 con “La spada di Shannara”. Di recente Mondadori ha pubblicato due raccolte, “Il ciclo di Shannara” e “Il ciclo degli eredi di Shannara”.

Mercoledì 18 a Pozzomaggiore (presso la Biblioteca comunale) l'appuntamento è con Marta Pastorino. Nata a Genova nel 1978 vive e lavora a Torino dove collabora ai laboratori di scrittura creativa e storytelling della Scuola Holden. Ha pubblicato racconti in diverse antologie e il racconto lungo Effetti collaterali (Meridiano Zero, 2006). Ha scritto per il teatro con la compagnia blucinQue e lavorato per la Fondazione Merz. Il romanzo Il primo gesto è uscito nel 2013 per Mondadori.

Tutti i luoghi e tutti gli autori sul sito ufficiale del Festival.

Mauro Piredda

Contatti

redazione@meilogunotizie.net
mob. 389.8213416
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK